Gedeone contro i Madianiti

15 Febbraio 2016 Scritto da  Redazione
  • Dimensione caratteri articolo
Gedeone con pochi volontari e con un intervento miracoloso da parte di Dio, ha sbaragliato i Madianiti che oppressavano il popolo d'Israele.
Gedeone contro i Madianiti

Giudici 7:9-22

In quella stessa notte il Signore disse a Gedeone: «Alzati e piomba sul campo, perché io te l'ho messo nelle mani.
Ma se hai paura di farlo, scendivi con Pura, tuo servo, e udrai quello che dicono; dopo, prenderai vigore per piombare sul campo».
Egli scese con Pura suo servo fino agli avamposti dell'accampamento.

I Madianiti, gli Amaleciti e tutti i figli dell'oriente erano sparsi nella pianura e i loro cammelli erano senza numero, come la sabbia che è sul lido del mare.
Quando Gedeone vi giunse, ecco un uomo raccontava un sogno al suo compagno e gli diceva: «Ho fatto un sogno: mi pareva di vedere una pagnotta di orzo rotolare nell'accampamento di Madian, che giunse alla tenda, la urtò e la rovesciò e la tenda cadde a terra».
Il suo compagno gli rispose: «Questo non è altro che la spada di Gedeone, figlio di Ioas, uomo di Israele; Dio ha messo nelle sue mani Madian e tutto l'accampamento».

Quando Gedeone ebbe udito il racconto del sogno e la sua interpretazione, si prostrò; poi tornò al campo di Israele e disse: «Alzatevi, perché il Signore ha messo nelle vostre mani l'accampamento di Madian».
Divise i trecento uomini in tre schiere, consegnò a tutti trombe e brocche vuote con dentro fiaccole e disse loro: «Guardate me e fate come farò io, così farete voi.
Quando io, con quanti sono con me, suonerò la tromba, anche voi suonerete le trombe intorno a tutto l'accampamento e griderete: Per il Signore e per Gedeone!».

Gedeone e i cento uomini che erano con lui giunsero all'estremità dell'accampamento, all'inizio della veglia di mezzanotte, quando appena avevano cambiato le sentinelle.
Egli suonò la tromba spezzando la brocca che aveva in mano.
Allora le tre schiere suonarono le trombe e spezzarono le brocche, tenendo le fiaccole con la sinistra e con la destra le trombe per suonare e gridarono: «La spada per il Signore e per Gedeone!».

Ognuno di essi rimase al suo posto, intorno all'accampamento; tutto il campo si mise a correre, a gridare, a fuggire.
Mentre quelli suonavano le trecento trombe, il Signore fece volgere la spada di ciascuno contro il compagno, per tutto l'accampamento.
L'esercito fuggì fino a Bet-Sitta a Zerera, fino alla riva di Abel-Mecola, sopra Tabbat.
1004
Altro in questa categoria: