La confusione delle lingue

03 Aprile 2016 Scritto da  Redazione
  • Dimensione caratteri articolo
La torre di Babele rappresenta l'orgoglio umano che si vuole elevare al di sopra di Dio, credendo di poter fare a meno di Lui, ponendo la fiducia nelle proprie facoltà e risorse.
La confusione delle lingue
Genesi 11:1-9

Tutta la terra aveva una sola lingua e le stesse parole.
Emigrando dall'oriente, gli uomini capitarono in una pianura nel paese di Sennaar e vi si stabilirono.
Si dissero l'un l'altro: «Venite, facciamoci mattoni e cuociamoli al fuoco».
Il mattone servì loro da pietra e il bitume da cemento.
Poi dissero: «Venite, costruiamoci una città e una torre, la cui cima tocchi il cielo e facciamoci un nome, per non disperderci su tutta la terra».

Ma il Signore scese a vedere la città e la torre che gli uomini stavano costruendo.
Il Signore disse: «Ecco, essi sono un solo popolo e hanno tutti una lingua sola; questo è l'inizio della loro opera e ora quanto avranno in progetto di fare non sarà loro impossibile.
Scendiamo dunque e confondiamo la loro lingua, perché non comprendano più l'uno la lingua dell'altro».
Il Signore li disperse di là su tutta la terra ed essi cessarono di costruire la città.
Per questo la si chiamò Babele, perché là il Signore confuse la lingua di tutta la terra e di là il Signore li disperse su tutta la terra.
995
Altro in questa categoria:

Articoli correlati (da tag)