Dal Nuovo Testamento (13)

Racconti di episodi della vita di Gesù e del Nuovo Testamento.
Gesù racconta questa parabola per insegnare che i credenti debbono perdonare sempre il proprio prossimo, quando questi si pente e chiede perdono della sua mala azione.
Gesù cammina sulle acque, dimostrando la sua divinità e la sua autorità sugli elementi. In questa occasione viene messa alla prova la fede dell'Apostolo Pietro.
Gesù racconta questa parabola, dopo aver insegnato la preghiera del "Padre nostro", per incoraggiare i credenti a insistere verso Dio nel chiedere le cose che necessitano a loro. 
In questa occasione, Gesù ha dimostrato la sua compassione e misericordia, guarendo un paralitico cattivo, senza averne ricevuto richiesta.
Gesù manifesta ancora la sua potenza quando incontra i suoi primi futuri discepoli.
Ovunque Gesù andava, grandi folle si radunavano attorno a lui, per ascoltare quello che insegnava sul Regno di Dio e per essere guariti dalle infermità.
Spesso Gesù, ovunque andava, era seguito da una grande folla che si accalcava attorno a Lui per ascoltarlo e per essere da Lui guarita.
Gesù guariva ogni tipo di infermità; non c'era malattia che egli non poteva guarire.
Gesù veniva sempre incontro ai bisogni delle persone, anche degli stranieri che abitavano nella sua terra.
Le guarigioni di Gesù vanno oltre il beneficio del corpo.