La storia più bella 3

01 Febbraio 2016 Scritto da  Redazione
  • Dimensione caratteri articolo
Vota questo articolo
(0 Voti)
Dopo la risurrezione di Gesù inizia la nostra storia con lui.
Il primo giorno della settimana, la mattina molto presto, delle donne, discepole di Gesù, andarono al sepolcro per ungere con gli oli il corpo di Gesù.
Il sepolcro aperto Mentre esse erano la, improvvisamente ci fù un gran terremoto, perché un angelo del Signore sceso dal cielo, rotolò la pietra che era all'apertura della tomba.
"Non abbiate paura", disse alle donne, "io so che cercate Gesù, che è stato crocifisso, ma non è più qui!
E' risuscitato, come aveva detto ai suoi discepoli; ed ora, presto, correte a dire loro che li precede per andare in Galilea".
Infatti, dopo che Gesù ebbe pagato per i nostri peccati, morendo sulla croce, Dio lo risuscitò dalla morte.
Questo era il Piano che Dio aveva per la salvezza dell'umanità, fin dal principio.
 Più tardi, mentre i discepoli stavano in casa a porte chiuse, parlando di quanto era successo, Gesù si presentò a loro e disse: "Pace a tutti voi!".
Ma tutti si spaventarono, perché pensavano fosse un fantasma.
"Perché avete paura?", chiese Gesù, "Guardate le mie mani e i miei piedi, sono proprio io! Toccatemi, non sono un fantasma!".
Gesù rimase con loro, dopo la sua risurrezione, per altri 40 giorni, insegnando loro ancora delle cose relative in Regno di Dio.
Gesù, risuscitato, si mostra ai discepoli
L'ultimo giorno, mentre erano fuori Gerusalemme e Gesù parlava con i Suoi discepoli, piano piano incominciò a salire in alto, verso il cielo e infine scomparve in una nuvola. 
Allora due angeli si presentarono a loro e gli dissero: "Gesù è stato elevato in Cielo e un giorno ritornerà nello stesso modo in cui lo avete visto andar via".
Si, un giorno Gesù tornerà con gli angeli del Cielo e con tutti i figli di Dio, cioè quelli che credono che Gesù sia morto sulla croce per perdonare i loro peccati.
Così saremo sempre col Signore e nessuno ci separerà da lui e dal suo amore!
Gesù vuole salvare anche te In questo modo Gesù, il Figlio di Dio, ha realizzato la redenzione e reso possibile la salvezza per tutti gli uomini; ma questi benefici, costati tanto cari al Signore, li possono ricevere SOLO coloro che ricevono Gesù nel proprio cuore, accettando l'opera che lui ha fatto.
Vuoi anche tu stare per sempre con Gesù?
Vuoi diventare anche tu un figlio di Dio?
Se la tua risposta è affermativa sappi che è la decisione più importante che tu possa prendere.
E' più importante della scelta della scuola, del lavoro, dell'abitazione, ect..
Devi sapere che il nostro peccato ci separa da Dio, e se tu dichiari convinto che Gesù è il tuo Signore e credi con tutto il tuo cuore che è risuscitato, tu sarai salvato.
Perché è fatto reale quello che credi col cuore e lo dichiari con la bocca.
Se hai deciso veramente di accettare Gesù e la salvezza puoi ripetere questa breve preghiera:
"Signore Iddio, so di essere un peccatore, ho fatto scelte sbagliate e commesso cose che non dovevo.
Mi dispiace, ti prego di perdonarmi.
Credo che Tuo Figlio Gesù è morto per i miei peccati e che Tu lo hai fatto risorgere dalla morte.
Voglio che Gesù sia il mio Signore.
Grazie, perché mi ami e mi dai la possibilità di diventare Tuo figlio
".
Pregare a Gesù
Leggere la Parola di Dio Adesso, se hai pregato con tutto il cuore, puoi esser certo che Dio ha ascoltato e ha accettato la tua richiesta.
Sappi che, sicuramente, Dio ti farà sentire il Suo amore e tu riceverai la certezza dentro al tuo cuore.
Inizia ad avere una relazione personale con Dio, ricercandolo ogni giorno, pregando nel nome di Suo Figlio Gesù.
Dio ti parlerà tramite il Suo Spirito Santo e la lettura della Bibbia e ti dirà le cose che devi fare, come per esempio amare Lui e amare il prossimo.
Riceverai tante altre cose che sono importanti per la tua crescita spirituale e materiale.
Complimenti per la tua decisione, che tu possa trascorrere tutta la tua vita con la gioia del Signore, per godere con lui per tutta l'eternità.
1249
Altro in questa categoria:

Articoli correlati (da tag)