La pesca miracolosa

Disegni e storie da colorare e leggere dalla Bibbia

Created with Sketch.

La pesca miracolosa

La pesca miracolosa
Condividi articolo

Gesù manifesta ancora la sua potenza quando incontra i suoi primi futuri discepoli.

 

Tanto tempo fa, nel villaggio di Capernaum (o Cafarnao), presso il lago di Galilea, viveva con la sua famiglia, un uomo chiamato Simone.

Costui aveva un fratello, chiamato Andrea, e tutti e due erano pescatori.

Un giorno Andrea incontrò Gesù e si rese conto di trovarsi proprio davanti al Messia, il Salvatore del mondo, colui che Dio aveva promesso, sin dal peccato di Adamo, per la redenzione degli uomini.

Andrea si precipitò da Simone a comunicargli la sua scoperta e lo condusse da Gesù.

Quando Gesù vide Simone, lo guardò fisso e gli disse: “Tu non sarai chiamato più Simone, ma Pietro”.

Nella lingua originale, Simone vuol dire “vacillante”, mentre Pietro significa “roccia” (stabile-fermo).

Dicendo questo, Gesù gli volle assicurare che lo avrebbe cambiato, non soltanto nel nome, ma anche nel carattere.

A quella promessa, Simone si rallegrò grandemente: “Che bella cosa aver incontrato Gesù, colui che ha il potere di cambiare le persone!”.

Una sera, Pietro e Andrea, assieme a due loro soci, Giacomo e Giovanni, andarono a pescare.
Provarono per tutta la notte, ma senza prendere neanche un pesciolino.

La mattina ritornati a riva, mentre pulivano le reti, videro una grande folla attorno a Gesù, che ascoltava le cose meravigliose che egli insegnava sul Regno di Dio.

In quell’occasione, per poter essere ascoltato meglio, Gesù salì sulla barca di Pietro, e da li continuò ad insegnare.

Quando Gesù finì di parlare disse a Pietro di andare al largo e calare le reti, perché sicuramente avrebbero preso dei pesci.

Pietro rispose: “Maestro, tutta la notte abbiamo provato, senza prendere nulla; però, se lo dici tu, getteremo sicuramente le reti”.

Dopo poco tempo trassero le reti in barca e videro che essa era tutta piena di pesci; era talmente piena che la rete incominciava a rompersi e le barche quasi affondavano.

Che meraviglia! I pescatori non credevano ai loro occhi.

“Chi è veramente quest’uomo che può fare tutte queste cose?”; questa era la domanda che si facevano quei pescatori.

Gesù, in quella occasione, voleva dimostrare a Pietro e agli altri che lui era veramente il Messia promesso.

Quando Pietro si rese conto di questo, si prostrò con la faccia a terra davanti a Gesù, dicendogli: “Signore, allontanati da me, perché sono un peccatore”.

Egli era consapevole della differenza che vi era tra lui e Gesù; infatti Gesù, anche se nell’esteriore era simile agli altri uomini, era il Figlio di Dio, l’unico Santo, perché era nato per mezzo dello Spirito Santo e non aveva mai peccato.

Questo episodio, che finisce con la chiamata di Pietro, ci fa capire che il Signore Gesù è potente a cambiare, non solo le circostanze negative che sono attorno a noi, ma anche le persone stesse.
Pietro, dopo aver perseverato nel seguire Gesù, è divenuto fermo nella fede in Lui, divenendo un punto di riferimento per i primi credenti.
Così anche noi, che spesso veniamo meno, dubitando dell’amore di Dio, possiamo essere trasformati da Gesù e divenire dei buoni esempi nella fede per gli altri.

Tratto dal Vangelo di Luca 5:1-11


Elenco Storie dal Nuovo Testamento

Bambini
I piccoli fanciulli sono davvero speciali per Gesù!  Un giorno fu chiesto a Gesù di andare a guarire una bambina malata, ma prima che Gesù arrivasse, la bambina morì. Ma il Signore non si preoccupò di questo, ...
Leggi Tutto
La tempesta sedata
In diverse occasioni Gesù ha dimostrato di essere veramente il Figlio di Dio. I discepoli, che stavano sempre vicino a Gesù, all'inizio, avevano pensato che fosse un uomo normale, come tutti gli altri, ma a poco a ...
Leggi Tutto
Il centurione romano
Gesù veniva sempre incontro ai bisogni delle persone, anche degli stranieri che abitavano nella sua terra. Un giorno un centurione romano venne da Gesù, chiedendogli di guarire il suo servo che era gravemente ammalato. Gesù gli disse ...
Leggi Tutto
Un sordo muto
Gesù guariva ogni tipo di infermità; non c'era malattia che egli non poteva guarire.  Dall'inizio della sua vita pubblica, sino alla sua morte, Gesù ha guarito tutti gli ammalati che, con fede, venivano a Lui: ciechi, paralitici, ...
Leggi Tutto
La donna dal flusso di sangue
Spesso Gesù, ovunque andava, era seguito da una grande folla che si accalcava attorno a Lui per ascoltarlo e per essere da Lui guarita.  Una volta, in una delle città sulle rive del lago Gennesareth, una donna ...
Leggi Tutto
Un lebbroso
Gesù guarisce tutti coloro che vanno a lui, ma apprezza la riconoscenza dei beneficiati.  La lebbra era (ed è tutt'ora) una malattia molto brutta e le persone che soffrivano di questo male dovevano lasciare le loro case ...
Leggi Tutto
Un cieco
Le guarigioni di Gesù vanno oltre il beneficio del corpo.  Un giorno Gesù andò a Gerico, una città della Giudea. Uscendo dalla città incontrò un uomo cieco, il suo nome era Bartimeo ed era un mendicante. Ecco ...
Leggi Tutto
Il paralitico di Betesda
In questa occasione, Gesù ha dimostrato la sua compassione e misericordia, guarendo un paralitico cattivo, senza averne ricevuto richiesta. A Gerusalemme vi era una piscina, chiamata Betesda, dove si raccoglievano molti ammalati di ogni genere; alcuni stavano ...
Leggi Tutto
Pietro
Gesù cammina sulle acque, dimostrando la sua divinità e la sua autorità sugli elementi. In questa occasione viene messa alla prova la fede dell'Apostolo Pietro. Dopo aver licenziato la folla, Gesù si ritirò in disparte, sul monte, ...
Leggi Tutto
Gesù sfama la folla
Ovunque Gesù andava, grandi folle si radunavano attorno a lui, per ascoltare quello che insegnava sul Regno di Dio e per essere guariti dalle infermità. In una di quelle occasioni avvenne che la folla stette lì, con ...
Leggi Tutto
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.